Experience BLAST 27

Non è sempre questione di essere primi e di battere gli altri. Certe volte si tratta di trovare il proprio spazio.

La bici da strada non è mai stata un'opzione percorribile per Michael. Come Trail runner ha sempre sentito un forte legame con la natura. Quando però gli hanno detto che avrebbe dovuto limitare il tempo passato sui sentieri a correre a causa degli infortuni, la mountain bike si è imposta come alternativa logica alla mancanza forzatamente indotta dalla convalescenza. "Direi che il mio mondo è andato un po' a pezzi quando mi hanno detto che avrei dovuto limitare il mio trail running. 

Era la mia vita, la mia libertà, ma il mio fisioterapista mi raccomandò la mountain bike e, come si dice, il resto è storia" rivela Michael. Nello sport che ricerca la sfida più che la vittoria, la Sportelite è diventata la migliore amica di Michael. "Correre è la forma più semplice di sport ed è con questo spirito che mi sono avvicinato alla Sportelite. Le sue prestazioni e la sua semplicità assecondano il mio modo di essere. Non tutti siamo campioni di Coppa del Mondo" conclude Michael prima di dirigersi verso il suo appuntamento quotidiano con i sentieri della zona.

Facce nuovi sui sentieri

BLAST 27

Search engine powered by ElasticSuite