Scegliere la provenienza e la lingua

  • Internazionale
    • English
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
    • Español
  • Svizzera
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
  • Germania
    • Deutsch
  • Austria
    • Deutsch
  • Francia
    • Français
  • Italia
    • Italiano
  • Spagna
    • Español
  • Benelux
    • Français
    • English
  • USA
    • English
    • Español

Questo sito utilizza cookie. Continuando a utilizzare questo sito autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni, consultate la nostra pagina 'Informativa sulla protezione dei dati personali'.

Compare

Compara

Scegliere la provenienza e la lingua

  • Internazionale
    • English
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
    • Español
  • Svizzera
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
  • Germania
    • Deutsch
  • Austria
    • Deutsch
  • Francia
    • Français
  • Italia
    • Italiano
  • Spagna
    • Español
  • Benelux
    • Français
    • English
  • USA
    • English
    • Español

Con Ovomaltina non puoi fare meglio, ma più a lungo sì…

7. novembre 2014 — CultureBlast
CultureBlast

Più di 110 anni fa, l’Ovomaltina fu lanciato come la “bevanda che dà forza”, diventando in pratica l’antesignano di tutte le bevande analcoliche di massa. Oggi, resta uno dei marchi svizzeri più tradizionali e conosciuti nel mondo, usato a colazione e come sport drink in oltre 110 paesi del mondo.

Quando Albert Wander inventò l’Ovolmaltina nel 1904, si poteva acquistare solo in farmacia o in drogheria. A causa del suo alto valore energetico, era venduto come soluzione medicinale contro la diffusa malnutrizione che era ancora presente a quel tempo. La ricetta originale è ancora quella usata oggi e si basa sull’orzo come materia prima del malto, uovo, latte e polvere di cacao per legare il gusto La ricetta originale è ancora quella usata oggi e si basa sull’orzo come materia prima del malto, uovo, latte e polvere di cacao per legare il gusto. Il nome è l’unione di ovum, latino per uovo, e malto. La bevanda divenne subito molto popolare ma ben presto le persone che facevano attività fisiche si resero conto dei suoi effetti sul recupero delle energie e la cosa si fece rivoluzionaria. Gli atleti, in particolare, apprezzarono il sapore intenso e la capacità di ristorare dopo uno sforzo intenso.

Alla conquista del pianeta

Solamente a due anni dal lancio e dopo il primo lampante successo in Svizzera, Ovomaltina partì alla conquista dell’Europa. Nel 1913 si inaugurò il primo stabilimento di produzione inglese e nel 1919 cominciò una vera espansione globale; l’America fu il primo continente ad essere invaso, seguita a breve dall’Asia, dall'Oceania. Oggi Ovomaltina è presente in più di 110 nazioni del mondo, in particolare nei paesi anglofoni   e in quelli dell'ex impero inglese. Il prodotto è commercializzato con il brand “Ovomaltine” al fuori della Svizzera e la Tailandia è il secondo mercato per importanza. Nel mondo, sono diffuse 30 diverse ricette del prodotto. Certi mercati prediligono un gusto più dolce e la polvere viene arricchita con zucchero semolato, mentre si riduce la presenza di malto. La produzione di Ovomaltina si concentra in 4 stabilimenti: oltre alla casa madre di Neunegg in Svizzera presso Berna, si produce a Bangkok, Shangai e Melbourne.

La ricerca sullo sport e la continua evoluzione per mantenere Ovomaltina al passo con i tempi

Fin dal 1923 Ovomaltina diventò  partner di eventi sportivi per dare agli atleti una bevanda ristoratrice. Da allora è stata sempre una pioniera delle sponsorizzazioni sportive. Dal 1932, Ovomaltina (conosciuta anche come “Ovo”) è stata presente a non meno di 20 edizioni dei Giochi Olimpici e dal 1947 al Giro della Svizzera; la leggenda del ciclismo svizzero Ferdy Kubler fu il primo testimonial “Ovo” la leggenda del ciclismo svizzero Ferdy Kubler fu il primo testimonial “Ovo”. La più celebre partnership è stata invece, la relazione per 16 anni con il campione del mondo di discesa libera, lo sciatore Didier Cuche, la cui collezione di caschi “Ovo” con disegni bizzarri ha assunto una diffusione cult.

Ovomaltima è anche stata rapida nel cogliere l’importanza di nuove discipline come lo snowboarding e di appoggiarne la crescita. Il pioniere dello snow-board Ueli Kestenholz ha provato che anche gli atleti più giovani possono beneficiare degli effetti nutrizionali delle bevande re-integratrici e l’attenzione verso il mondo dei più giovani, alla fine, ha certamente pagato.  La “dinamicità” è diventata un paradigma del brand Ovomaltina. Gli slogan sono stati continuamente aggiornati con l’evolvere del prodotto, cosicchè la freschezza si è mantenuta anche col passare degli anni. Lo slogan, introdotto nel 1998, “Con Ovomaltina non puoi fare meglio, ma più a lungo sì” ha segnato il mondo della comunicazione in maniera permanente.

Il primo prodotto rapido Ovomaltina fu lanciato nel 1965, sotto forma di polvere solubile in acqua calda, per ottenere istantaneamente la bevanda. Dalla metà degli anni novanta il prodotto viene declinato in polvere, cioccolata, meusli, biscotti e anche gelato! Nella terra d’origine, sono commercializzate alme due dozzine di prodotti differenti. Anche se non tutte le varianti sono importate, c’è una grande richiesta sui mercati asiatici di specifiche varianti, specialmente quelle che utilizzano la base di soia.

Innovazione
Internazionale, Italiano Siti BMCTrova un rivenditoreB2BContatto