Scegliere la provenienza e la lingua

  • Internazionale
    • English
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
    • Español
  • Svizzera
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
  • Germania
    • Deutsch
  • Austria
    • Deutsch
  • Francia
    • Français
  • Italia
    • Italiano
  • Spagna
    • Español
  • Benelux
    • Français
    • English
  • USA
    • English
    • Español

Questo sito utilizza cookie. Continuando a utilizzare questo sito autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni, consultate la nostra pagina 'Informativa sulla protezione dei dati personali'.

Compare

Compara

Scegliere la provenienza e la lingua

  • Internazionale
    • English
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
    • Español
  • Svizzera
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
  • Germania
    • Deutsch
  • Austria
    • Deutsch
  • Francia
    • Français
  • Italia
    • Italiano
  • Spagna
    • Español
  • Benelux
    • Français
    • English
  • USA
    • English
    • Español

La Roadmachine: correre fuori dal gruppo

17. giugno 2016 — BMCSwag
BMCSwag

Sono le 6 di un sabato mattina. Il caffè è ormai tiepido e le prime luci del mattino si intravedono oltre l'orizzonte. Il respiro si condensa in nuvole nell'aria fresca non appena cominci a pedalare. Pedalando per le strade del vicinato, raggiungi il gruppo che corre allineato. Il silenzio del mattino è rotto dal familiare ronzio dei freni a contropedale e del chiacchiericcio lungo la strada. Sarà la solita strada o qualcosa di più avventuroso? Magari quella famosa salita che si fa solo nelle occasioni speciali? Perché non esplorare invece il pavé sconnesso della vecchia strada che percorre la vallata?

È sempre il solito discorso, ma questa volta ti fa soltanto sorridere. La destinazione, il numero di chilometri macinati e l'attrezzatura impiegata per arrivarci non conta. Ciò che conta stavolta è solo la corsa. Hai sentito il richiamo degli spazi aperti e hai risposto. Sei in sella alla tua Roadmachine e sei pronto a tutto.

La One-bike Collection

La Granfondo e la Teammachine di BMC sono entrambe leggendarie a pieno titolo. Dal podio a Roubaix alla maglia gialla sugli Champs-Élysées, queste due emblematiche bici sono la definizione nelle loro rispettive categorie nel mondo del ciclismo da corsa. Ma non esistono vie di mezzo? Che cosa si trova al di là i ritmi serrati del ciclismo professionistico? C'è un modo per trasporre i vantaggi di una bici da endurance in una piattaforma che sia davvero prestante?

Trovare le risposte a queste domande ha messo a dura prova i nostri ingegneri. La loro missione era andare oltre a quello che i ciclisti considerano, oggigiorno, come la norma ed esplorare invece l'esigenza di una bici che facesse da collegamento tra i polverosi ciottoli di Roubaix e gli infiniti tornanti del leggendario Stelvio senza dover sacrificare prestazioni o comfort. Volevamo La destinazione, il numero di chilometri macinati e l'attrezzatura impiegata per arrivarci non conta. Ciò che conta stavolta è solo la corsacreare una bici che fosse fuori dalle categorie e incarnasse l'approccio da corsa della Teammachine, l'adattamento della Granfondo e l'integrazione e la geometria dinamica della Timemachine Road. Con la Roadmachine, abbiamo deciso di realizzare una "one bike collection". Avete mai sentito l'espressione "gli strumenti adatti per il lavoro"? E se invece aveste un solo strumento che potesse fare qualsiasi cosa? Pensate solo a tutto lo spazio che potreste avere dove tenete la bici! 

Per ottenere questo obiettivo, dovevamo trovare l'equilibrio perfetto tra pedalata efficace, prestazioni aerodinamiche e adattamento verticale. Più facile a dirsi che a farsi. Gli ingegneri di solito sono in grado di concentrarsi su due di queste caratteristiche prestazionali quando progettano una bicicletta, ma i nostri sono riusciti a lavorare su tutti e tre i fattori. Dovevamo rimanere con i piedi per terra, concentrandoci sulla creatività e sui nostri strumenti tecnici per trovare una soluzione. Abbiamo preso in a prestito le conoscenze acquisite grazie all’implementazione della tecnologia ACE nella realizzazione della Teammachine, l'uso dell'Angle Compliance nella Granfondo e degli elementi aerodinamici e di integrazione della Timemachine Road. G li ingegneri di BMC hanno realizzato una bicicletta che riunisce le migliori caratteristiche di tutta la nostra collezione di bici da corsa. 

È nata una moderna "tuttofare", la Roadmachine.

Dipende tutto dai dettagli

Integrazione

Per più di un decennio, BMC è stata leader del settore per integrazione e design, creando soluzioni ingegneristiche sistematiche che sono state ripetutamente copiate. Nato nell'Impec Lab, l'Integrated Cockpit System (ICS), protetto da brevetto, ha di nuovo spostato l'attenzione del nostro approccio verso un'integrazione agile e funzionale. Tramite metodi ingegneristici proprietari per telaio, forcella e attacco manubrio, l'ICS elimina cavi e guaine dal manubrio della Roadmachine e li sposta sull'asse posteriore. Inoltre, per nascondere i cavi, abbiamo portato l'integrazione a livelli mai visti in precedenza grazie a un computer elegantemente integrato e ai supporti in stile GoPro, al sistema di protezione anticaduta della catena e al morsetto reggisella interno. Da tutto questo è risultato un design accattivante e orientato a uno scopo preciso.

Scelta della geometria

La geometria può rivelarsi un problema serio quando si tratta dell'esperienza in sella del ciclista. Molte delle bici che sono sul mercato tendono a favorire una posizione aggressiva oppure rilassata, creando divisioni tra i ciclisti che preferiscono l'una o l'altra opzione. Con l'introduzione della tecnologia ICS, siamo in grado di offrire una soluzione al problema tramite il Dual-Stack Top Cone integrato. Questo meccanismo di facile implementazione consente di regolare a piacere lo stack, imitando la geometria da corsa aggressiva della Teammachine oppure quella rilassata della Granfondo. Quindi, con una piccola regolazione è possibile ottenere una geometria ribassata e potente quando occorre, oppure rialzarla per potersi godere il panorama e chiacchierare con un compagno, il tutto sulla stessa bici.

Regolazione del carbonio

Definire caratteristiche come rigidità e adattamento del telaio della Roadmachine non è stato un compito semplice. Volevamo una bici che aumentasse al massimo l'adattamento, ma senza sacrificare le prestazioni di livello professionistico. Troppo adattamento riduce al minimo il feeling del ciclista e non gli consente di sentire la strada. Troppa rigidità e la bici diventa sgradevole, se non un incubo, da guidare. Per trovare una soluzione a questa dicotomia, ci siamo rivolti ai nostri esperti nella messa a punto del carbonio e abbiamo reinventato le nostre tecnologie Tuned Compliance Concept (TCC) e Angle Compliance. Influenzando i dettagli degli strati di carbonio e la forma dei tubi della bici, i nostri ingegneri sono stati capaci di garantire una qualità di guida perfettamente bilanciata tra adattamento e rigidità.

Le aspettative moderne

Oggigiorno i ciclisti si aspettano che la loro bici sia una macchina perfettamente congegnata. Come azienda svizzera, siamo consapevoli e sappiamo anticipare queste aspettative meglio di chiunque altro non fermandoci davanti a niente per garantire un prodotto che addirittura le superi. Oltre ad essere una delle bici più leggere disponibili in commercio con i suoi 930 g, il telaio della Roadmachine presenta dei supporti per freni a disco flat-mount, perno passante anteriore e posteriore, ampio spazio per lo pneumatico e la possibilità di inserire una trasmissione meccanica o elettronica tramite il nostro sistema DTi (Dual Transmission Integration ).

Centra il bersaglio

La Roadmachine racchiude tutto in una bici. La rigidità, l'adattamento attivo e la regolabilità: caratteristiche che servono a esplorare, oltre i percorsi del sabato, le nuove strade che conducono al podio della domenica. Da asse ad asse, fornisce tecnologie agili e integrate capaci di offrire un pizzico di velocità ad ogni curva. In combinazione con gli ultimi ritrovati nel Re-Tuned Compliance Concept (TCC), questa bici ridefinisce la categoria endurance: leggera, agile e incredibilmente integrata. Una pedalata davvero efficiente e l'adattamento ideale per indimenticabili giornate in sella.

La Roadmachine racchiude tutto in una bici. La rigidità, l'adattamento attivo e la regolabilità: caratteristiche che servono a esplorareAvvicinandosi alla cima, gli alberi si diradano. Un rapido sguardo oltre le spalle conferma che il resto del gruppo è indietro. Deve essere stata colpa della parte sterrata nella salita, dopo la valle. Sorridi, pensando che una volta avrebbe dato dei problemi anche a te, ma adesso i tuoi polmoni sono allenati e le tue gambe non ancora stanche. Ti prendi un istante per assaporare la calma e osservare il panorama. Scorrendo lo sguardo sulla vallata verso casa ti ricordi che la parte migliore della corsa deve ancora arrivare. Il vento comincia a soffiare attraverso il casco non appena comincia l'ultima discesa. Sembra quasi che la Roadmachine scorra sui binari mentre imbocchi la prima curva. I freni a disco e il perno passante stanno facendo un lavoro egregio. Sorridi di nuovo. È incredibile come una strada percorsa centinaia di volte possa sembrare ancora così nuova ed elettrizzante.

La gamma Roadmachine comprende 3 modelli: la Roadmachine 01 con il suo carbonio premium “01”, la Roadmacine 02 con una laminazione più spartana e la Roadmachine 03, con telaio in alluminio ad alta qualitaà con giunzioni smussate e una forcella full-carbon.

La BMC Roadmachine è già disponibile per ordini presso i rivenditori ufficiali della casa. Per trovare il punto di vendita a te più vicino, clicca qui. In alternativa, partecipando alla BMC Solstice Week Challenge, ne potrai addirittura vincere una!

Innovazione
Internazionale, Italiano Siti BMCTrova un rivenditoreB2BContatto