Scegliere la provenienza e la lingua

  • Internazionale
    • English
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
    • Español
  • Svizzera
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
  • Germania
    • Deutsch
  • Austria
    • Deutsch
  • Francia
    • Français
  • Italia
    • Italiano
  • Spagna
    • Español
  • Benelux
    • Français
    • English
  • USA
    • English
    • Español

Questo sito utilizza cookie. Continuando a utilizzare questo sito autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni, consultate la nostra pagina 'Informativa sulla protezione dei dati personali'.

Compare

Compara

Scegliere la provenienza e la lingua

  • Internazionale
    • English
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
    • Español
  • Svizzera
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
  • Germania
    • Deutsch
  • Austria
    • Deutsch
  • Francia
    • Français
  • Italia
    • Italiano
  • Spagna
    • Español
  • Benelux
    • Français
    • English
  • USA
    • English
    • Español

David Nicholas: un paraciclista entusiasmante

26. febbraio 2015 — BMCVoice
BMCVoice

David Nicholas è uno dei più famosi atleti paralimpici nel ciclismo in tutto il mondo. Nonostante sia nato con una paralisi cerebrale, questo australiano non ha permesso che la sua condizione gli impedisse di arrivare a risultati eccezionali con la bicicletta. Il suo palmarès è già abbastanza impressionante e include titoli paralimpici e diversi campionati del mondo nella corsa a cronometro.

Lo scorso anno David ha incontrato il direttore sportivo del BMC Racing Team, Allan Peiper. Impressionato dalla sua storia, Peiper lo prende con sé e gli procura una nuova BMC timemachine TM01 per l'imminente stagione; da allora ha arricchito la sua collezione di BMC anche con una timemachine SLR01. Pensiamo sia giunto il momento di sapere di più su questo entusiasmante sportivo, sui suoi obiettivi per il 2015 e sulla sua passione per le biciclette svizzere, premium, ad alta perfomance.

David, tu sei uno dei più famosi paraciclisti nel ciclismo mondiale. Puoi descrivere come ti senti a rappresentare l'Australia sulla scena mondiale?

Quando ho iniziato il ciclismo e a gareggiare per l'Australia speravo di fare abbastanza bene per partecipare ai Giochi Paralimpici di Rio nel 2016; questo era il mio obiettivo iniziale. Sono stato molto felice di arrivare a quel livello prima del previsto. È stata una grande emozione gareggiare a Londra; l'intero evento è stato meraviglioso, e il pubblico è stato molto più numeroso di quanto avessi mai visto prima. È stato fantastico tornare a casa con una medaglia d'oro nella gara a cronometro e una di bronzo in quella su strada.È stato fantastico tornare a casa con una medaglia d'oro nella gara a cronometro e una di bronzo in quella su strada

Molte persone probabilmente non sanno molto sulla paralisi cerebrale. Puoi dirci qualcosa di più sulla tua disabilità e su questo tipo di gare?

Sono nato con una paralisi cerebrale che colpisce la coordinazione fine e grosso-motoria e la capacità di parlare. Sono fortunato ad avere abbastanza equilibrio per poter andare su una normale bicicletta. Per gli atleti che gareggiano su normali biciclette esistono 5 categorie: da C1 a C5, dove C1 è la categoria di quelli più disabili mentre C5 è quella dei meno disabili. Io sono nella categoria C3. Non tutti gli atleti della mia categoria hanno una paralisi cerebrale, alcuni hanno subito delle amputazioni o sono stati colpiti da altre forme di disabilità. A volte nelle gare il gruppo comprende più categorie e queste sono distinguibili dal colore del casco.

Cosa è stato più inaspettato per te: la medaglia d'oro paralimpica a Londra 2012 o il premio come miglior ciclista dell'anno del Queensland per ciclisti disabili e non?

Sono andato ai Giochi Paralimpici del 2012 come campione del mondo in carica nella corsa a cronometro su strada e nella 3 km a inseguimento. Perciò sentivo una gran pressione per far bella figura. Il fatto che io sia arrivato sul podio non era totalmente inaspettato perché tutto può succedere, io ho vinto la gara a cronometro per soli 9 secondi, praticamente per un soffio. Non mi aspettavo invece di vincere quest'anno il premio di Ciclista dell'Anno, non pensavo che i miei risultati fossero stati sufficientemente buoni. È stata veramente una grande emozione vedere il mio nome scritto sullo stesso trofeo vinto da alcuni dei miei eroi come Anna Meares e Robbie McEwen.

Ho sentito che tu hai un lavoro a tempo pieno. Come riesci ad allenarti?

Questa è una buona domanda (ride). Io lavoro a tempo pieno come esperto di supporto nel settore dell'Information Technology. Il mio datore di lavoro mi concede un po' di flessibilità nell'orario. Finisco di lavorare alle 16:00 e faccio la maggior parte del mio allenamento quotidiano in bicicletta tra le 4 e le 7 della sera. Il mio datore di lavoro mi permette anche di assentarmi dal lavoro quando vado all'estero per gareggiare, perciò sono fortunato.

Hai un idolo che ammiri?

Sì certamente, ci sono molti ciclisti professionisti che mi piace vedere in TV. Cadel Evans, Philip Gilbert e Tony Martin sono atleti che mi piacciono tantissimo, e ci sono così tanti grandi ciclisti. Cadel Evans, Philip Gilbert e Tony Martin sono atleti che mi piacciono tantissimo, e ci sono così tanti grandi ciclistiIo ammiro i ciclisti che non si arrendono mai e che si impegnano al 100%.

Quanti chilometri percorri in bicicletta all'anno?

Faccio circa 300 km alla settimana, quindi circa 15000 km all'anno, credo. Non li ho mai veramente contati. Le mie corse su strada non sono di solito più lunghe di 70 km e quelle a cronometro non più lunghe di 20 km (la distanza dipende dalla categoria di disabilità). Perciò rispetto ai normodotati le mie gare sono più corte quindi non ho bisogno di allenarmi quanto loro.

Puoi dirci come è nato il rapporto tra te e Allan Peiper del BMC Racing Team?

Non ho mai pensato che avrei incontrato qualcuno come Allan Peiper nella mia piccola città di campagna. Ma quando si è scoperto che la famiglia di Allan vive qui mi hanno messo in contatto con lui. Ci siamo scritti per e-mail qualche volta e quando Allan è venuto a trovare la sua famiglia ci siamo incontrati per un caffè. È veramente una persona piacevole ed è molto importante per me averlo incontrato. Ancora mi stupisce il fatto che uno come lui, che lavora ogni giorno con grandi campioni del ciclismo, si sia interessato a quello che faccio.

Quali sono stati per te i motivi per comprare una bicicletta da strada BMC SLR01?

Ho fatto parecchie ricerche su Internet prima di prendere una decisione.Dopo esser salito in sella sulla bicicletta la prima volta ho capito di aver fatto la scelta giusta Dopo esser salito in sella sulla bicicletta la prima volta ho capito di aver fatto la scelta giusta. La bicicletta risponde in modo fantastico, quando spingi sui pedali lei semplicemente va! E ti accorgi di quanto è leggera andando in salita. È proprio la migliore bicicletta sulla quale sono mai andato.

Il tuo palmarès è già alquanto impressionante, c'è una gara che ancora sogni di vincere?

Sì, vorrei veramente vincere una grande gara su strada. Sono arrivato secondo nella gara su strada del Campionato Mondiale del 2011 e terzo nella gara su strada ai Giochi Paralimpici e quarto quest'anno al Campionato Mondiale. Perciò vorrei veramente dimostrare che ora sono in grado di vincere anche nelle gare su strada.

Cosa ti piace di fare nel tempo libero?

Cos'è il tempo libero? (ride). Lavoro, mi alleno, dormo, ricomincio (ride). Non esco molto, mi rilasso un po' a casa, guardo film e gare di ciclismo alla TV e in genere perdo tempo su Internet.

Grazie David per il tempo che ci hai dedicato e buona fortuna per i tuoi obiettivi nel 2015.

Palmerès

Gold Medal Road TT at London 2012 Paralympics.

Bronze Medal R/Race at London 2012 Paralympics.

4th Place 3km Pursuit at London 2012 Paralympics.

Gold Medal at World TT Champs 2013 (Canada)

Gold Medal at World Track Champs 2012 3km Pursuit (USA)

Silver Medal at World Track Champs 2012 1km TT (USA)

Gold Medal at World TT Champs 2011 (Denmark)

Silver Medal at World R/Race Champs 2011 (Denmark)

Innovazione
Internazionale, Italiano Siti BMCTrova un rivenditoreB2BContatto