Scegliere la provenienza e la lingua

  • Internazionale
    • English
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
    • Español
  • Svizzera
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
  • Germania
    • Deutsch
  • Austria
    • Deutsch
  • Francia
    • Français
  • Italia
    • Italiano
  • Spagna
    • Español
  • Benelux
    • Français
    • English
  • USA
    • English
    • Español

Questo sito utilizza cookie. Continuando a utilizzare questo sito autorizzi l'uso dei cookie da parte nostra. Per maggiori informazioni, consultate la nostra pagina 'Informativa sulla protezione dei dati personali'.

Compare

Compara

Scegliere la provenienza e la lingua

  • Internazionale
    • English
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
    • Español
  • Svizzera
    • Deutsch
    • Français
    • Italiano
  • Germania
    • Deutsch
  • Austria
    • Deutsch
  • Francia
    • Français
  • Italia
    • Italiano
  • Spagna
    • Español
  • Benelux
    • Français
    • English
  • USA
    • English
    • Español

Un giorno con Lorraine Truong

2. dicembre 2016 — TeamSpirit
TeamSpirit

Lorraine Truong è conosciuta come ciclista piena di talento. Può usare qualsiasi bici - inclusi i monocicli - e recentemente ha conquistato l’ottavo posto all’EWS, di Rotorua, Nuova Zelanda. Quello che poche persone sanno è che è ingegnere e che lavora al 50% per il reparto R&D di BMC Switzerland. Ogni giorno alterna il lavoro al computer con le corse sulla sua bicicletta, i software di calcolo con il programma di allenamento. Le sue giornate sono lunghe e indaffarate. Fortunatamente la sua mente scientifica e la sua cultura svizzera la aiuta a pianificare le sue giornate e le sue settimane meglio di qualsiasi ministro. Ci siamo alzati (molto) presto per trascorrere una giornata con lei nella Val-de-Travers, una piccola valle immersa nel Giura svizzero.

4:30 del mattino – Sveglia!

 È buio e freddo. Sta anche piovigginando. Ma non importa, la sveglia di Lorraine squilla alle 4:30 del mattino. L’attende una giornata piena di cose da fare.

4:45 del mattino – Subito di corsa

Lorraine è sveglia e pronta per la sua prima sessione di allenamento: una corsa di 50 minuti con i suoi compagni preferiti Shimano e Fado.

5:40 del mattino – Il primo treno

Lorraine salta sul primo treno della giornata. Il viaggio fino alla sede centrale della BMC a Grenchen dura 1 ora e un quarto.

Le due ore e mezza che trascorre sul treno ogni giorno non sono mai una perdita di tempo. Le piace leggere libri scientifici in francese o inglese, con titoli particolari come “L'universo in un guscio di noce” o “Alla scoperta delle leggi dell’universo. La prodigiosa storia della matematica e della fisica” o giocare a KenKen (una versione avanzata del più celebre sudoku).

Ma ammette anche che si diverte a leggere il suo fumetto preferito “Calvin & Hobbes” e che a volte si addormenta...

7:00 del mattino - In ufficio

Essere in grado di combinare scienza e ingegneria è una grande opportunità

Lorraine, che è spesso la prima ad arrivare in ufficio, accende il computer e apre i manuali per lavorare sulle future biciclette BMC. Essere in grado di combinare la scienza e l’ingegneria è una grande opportunità: ha iniziato a lavorare alla BMC nel febbraio 2014, partecipando al progetto Master “Sicurezza dei tubi della forcella in materiale composito”. Dopo la laurea ottenuta lo scorso settembre, le è stato offerto un contratto al 50% come ingegnere e al 50% come ciclista. "È stata una fantastica possibilità per me. Essere in grado di combinare scienza e ingegneria è una grande opportunità. Le persone che mi conoscono sanno che non potrebbe andarmi meglio”. Ora fa parte del team di sviluppo dei prodotti nel gruppo tecnologico che è al centro dell’ Impec Advanced R&D Lab. È responsabile del calcolo numerico e della simulazione con particolare attenzione alle strutture di materiale composito.

Come ciclista di ottimo livello approfitta del collegamento diretto tra le sue scoperte teoriche e la realtà

“Appena uscita dall’università, con una laurea in “Material Sciences and Engineering” e un master in Ingegneria meccanica divulga e condivide le più recenti tecnologie nel nostro team. Come ciclista di ottimo livello approfitta del collegamento diretto tra le sue scoperte teoriche e la realtà!”, dice il suo capo, Stefan Christ, Head of Product per BMC Switzerland.

1:30 del pomeriggio - Si ritorna in Val-de-Travers

Rieccola sul treno da Grenchen alla Val-de-Travers: questa volta si concede un piccolo pic-nic che ha preparato la sera precedente.

Dedica il pomeriggio a quello che ama di più: correre in bicicletta.

Ma prima passa un po’ di tempo in uno dei suoi posti preferiti: il garage.

Infatti la manutenzione delle bici è uno dei suoi hobby. Le sue capacità meccaniche sono state fondamentali lo scorso anno, quando aveva la sua struttura e andava alle corse da sola, come ciclista, meccanico, manager e cuoco al tempo stesso.

2:15 del pomeriggio - Inizia il divertimento

La regione dove Lorraine è cresciuta e dove vive ancora adesso è una delle regioni più piovose della Svizzera. La pioggia e la neve sono normali qui. Il clima ostile è sicuramente una delle ragioni per le quali ottiene ottimi risultati sul bagnato. Fango, radici scivolose e foglie bagnate fanno parte del suo terreno di gara preferito.

La “beniamina” di Tracey Moseley ci porta sul suo percorso casalingo preferito, un segreto che conserva per i giorni di riposo.

5:00 del pomeriggio - Ancora in bici...

Dopo aver trascorso un paio d’ore sul suo percorso preferito segreto, Lorraine scambia la mountain bike con la bici da trial. Alcuni pallet, tavole e una scatola di legno sono stati attentamente sistemati nel grande giardino di famiglia. Qui allena l’equilibro e le sue capacità ciclistiche sotto gli occhi attenti di Shimano, il suo cane di 11 anni.

Non c’è tempo da perdere. C'è molto lavoro da fare.

Mezz’ora sulla bici da trial è sufficiente, non c’è tempo da perdere. C'è molto lavoro da fare. 5.45 del pomeriggio - È l’ora del fitness Lorraine non va in palestra o in luoghi simili. Ha trasformato una vecchia cucina nella casa di famiglia in una palestra. Le macchine e gli accessori sono di seconda mano e derivati mettendo insieme altri oggetti.

Per rilassarsi un po’ prima di cena, le piace passeggiare con i suoi cani che sono sempre pronti per nuove avventure.

È solo quando sono arrivata qui con i miei amici che ho capito che non era facile

Quel giorno ha deciso di portarci sul suo primo percorso vero. “Avevo 11 anni. Avevo solo una city bike ma mi piaceva venire qui la sera, dopo la scuola. E solo dopo aver fatto i compiti. Non la smettevo più di girare. È solo quando sono arrivata qui con i miei amici che ho capito che non era facile"

7.00 di sera- A tavola!

Lorraine non segue una dieta particolare. A volte durante una gara pensa al prossimo hamburger che ordinerà. Oppure al pezzo di cioccolato che divorerà una volta ritornata al paddock. Questa sera ha cucinato indivia belga al prosciutto, un tipico piatto della Svizzera francese con insalata, prosciutto, molta besciamella e formaggio. Certamente non è la dieta di un’atleta, ma è la dieta perfetta per chi ha trascorso una giornata molto attiva e ha bruciato diverse centinaia di calorie...

La maggior parte delle volte cena con i genitori con i quali vive. È la più piccola di cinque figli. Suo fratello e le sue sorelle non vivono più in casa, ma sono molto uniti e sono i fan più calorosi di Lorraine.

8.30 di sera – Relax

La giornata si avvia finalmente alla conclusione. Lorraine ritorna nella sua camera, quella dove è cresciuta e che ha lasciato solo durante il periodo dell’EPFL (Ecole Polytechnique Professionnelle de Lausanne o Scuola Politecnica Federale di Losanna).

A differenza di molte altre, questa ragazza di 25 anni dice chiaramente che non ama il rosa. Tuttavia, prima di andare a letto infila una buffa tuta rosa per fare un’ultima sessione di stretching e di preparazione mentale. “Mi piace stare comoda e questa tuta è fantastica. Il rosa non proprio è il mio colore preferito, ma la tuta era disponibile solo in rosa o nero. E il nero è troppo triste..…..”.

Così rilassata come sembra normalmente, è una persona molto nervosa quando si tratta di gareggiare

Così rilassata come sembra normalmente, è una persona molto nervosa quando si tratta di gareggiare. Da qualche mese collabora con un mental coach e trascorre da dieci a quindici minuti al giorno in alcuni esercizi: per svuotare la mente e giocare un po’.

A questo punto della giornata noi saremmo esausti e pronti per una nottata di sonno che ci permette di recuperare le energie. Ma Lorraine apre un libro sugli atomi, le molecole e altre particelle. Il giusto input per nutrire il suo sogno di scoprire novità che cambierebbero la faccia del mondo.

Innovazione
Internazionale, Italiano Siti BMCTrova un rivenditoreB2BContatto